data: 24 Ottobre
Savoia Hotel Regency in Via del Pilastro 2 - Bologna

Digital Dentistry Day

Digital Dentistry Day
SCARICA IL PROGRAMMA   
VAI AL MINISITO   

QUOTE D'ISCRIZIONE
SOCIO AIOP € 80.00 (iva inclusa)
NON SOCIO AIOP € 200.00 (IVA inclusa)
Attenzione: le iscrizioni sono chiuse ma sarà possibile iscriversi in sede congressuale.

A cura del Prof. Jörg Strub.
Nato nel 1948, ha conseguito i titoli di D.D.S., Dr. Med. Dent. e Dr. Med. Dent. (l’equivalente del dottorato) presso l’Università di Zurigo (Svizzera) nel 1975/1985, e successivamente il dottorato Honoris Causa dell’Università Nazionale e Capodistriana di Atene (Grecia) nel 2008. È stato visiting professor assistente di biomateriali alla Tulane University e alla Louisiana State University, New Orleans, USA, dal 1982 al 1983. Negli stessi anni è stato Professore associato e co-direttore del Programma universitario di protesi parodontale dell’Università di Zurigo. Dal 1988 è Professore e Direttore del Dipartimento di Protesi dell’Università Albert-Ludwig di Friburgo, Germania. Nel 1996 è stato Visiting professor clinico di protesi fissa all’Università di Osaka ad Osaka, Giappone. Dal 2009 è Visiting professor all’Università della Pennsylvania (Dipartimento di Scienze Preventive e Ricostruttive), Filadelfia, Stati Uniti. Dal 2010, Università Sun Yatsen, Guanghua, Scuola di Stomatologia, Guangzhou, Cina e Università Re Saud, Scuola di Odontoiatria, Riyadh, Arabia Saudita. Dal 2005 riveste il ruolo di Responsabile accademico per gli Affari Clinici presso l’Università Albert-Ludwig di Friburgo, Germania. Presidente della International Academy of Digital Dental Medicine (IADDM).

Digital Dentistry Day - Preview

ORE 9:00
Il flusso di lavoro digitale nell’odontoiatria ricostruttiva
Oggigiorno, le tecnologie digitali sono una realtà da cui l’odontoiatria non può più prescindere. Il loro campo di impiego copre tutte le discipline del settore dentale, con applicazioni che vanno dall’acquisizione dei dati alla pianificazione del trattamento, senza dimenticare le tecniche CAD/CAM. Nell’odontoiatria ricostruttiva, l’obiettivo perseguito da queste tecnologie è quello di migliorare la qualità dell’esame, della diagnosi e del trattamento del paziente, attraverso un ventaglio di possibilità più ampio. Rispetto
ai metodi convenzionali, l’implementazione del flusso di lavoro digitale nello studio odontoiatrico comporta per lo più un’acquisizione dei dati e una valutazione del paziente più agevoli, una maggior efficacia nella pianificazione del trattamento e una produzione più rapida e controllata dei manufatti protesici. Complessivamente, il trattamento risulta quindi migliore e assicura maggior soddisfazione sia al paziente che all’odontoiatra. In questa presentazione si farà una carrellata del flusso di lavoro digitale nel campo
dell’odontoiatria ricostruttiva, esaminandone le possibilità e i vantaggi e accennando agli sviluppi futuri.

ORE 11:00
Confronto tra impronte digitali e tradizionali
L’ingresso delle tecnologie CAD/CAM nel settore odontoiatrico risale all’inizio degli anni ‘80. Da allora, si sono registrati progressi continui che hanno ampliato il campo
delle indicazioni.
La finalità delle impronte digitali endorali è quella di consentire un’acquisizione precisa dei dati, minimizzando il dispendio di energie e il consumo di materiali. Rispetto all’approccio  convenzionale, i sistemi d’impronta digitale endorale promettono
una presa d’impronta più rapida e precisa, con conseguente maggior efficienza nella produzione di restauri d’alta qualità e miglior trattamento per il paziente. Sebbene gli attuali sistemi di impronta digitale endorale presentino alcuni
limiti, è innegabile che siano la base per ulteriori sviluppi.

ORE 14:00
A che punto siamo con la tecnologia CAD-CAM?
Per più di 20 anni, i ricercatori hanno cercato di automatizzare i processi manuali convenzionali nel campo dell’odontotecnica, nella speranza di produrre materiali di maggior qualità e con una maggior costanza qualitativa, standardizzando i processi di produzione e abbattendo i relativi costi.
Nel corso della presentazione, si passeranno in rassegna i sistemi di progettazione e produzione assistiti mediante computer (CAD/CAM), descrivendo gli elementi delle tecnologie CAD/CAM, presentando i limiti degli attuali sistemi e suggerendo possibilità per i sistemi futuri.
Le tecnologie emergenti potranno ampliare notevolmente le capacità dei sistemi che verranno, ma richiederanno anche una formazione di tipo diverso, per poterne sfruttare tutte le potenzialità. In futuro, sarà forse possibile ottenere, in tempi più rapidi, restauri perfettamente estetici e prodotti in modo automatizzato che dureranno più a lungo degli attuali restauri ottenuti con metodiche convenzionali.

ORE 15:30
Il Piano di Trattamento Interattivo
In quest’intervento dedicato alla pianificazione del trattamento interattiva, si presterà particolare attenzione all’analisi e al trattamento dei casi estetici. Il pubblico avrà modo di familiarizzarsi con il piano di trattamento e con la gestione di potenziali casi. La presentazione sarà suddivisa in 4 parti.
Nella prima parte si affronteranno i parametri principali della valutazione estetica, quali il contesto di riferimento, le proporzioni e il concetto di bellezza ideale. Ciò aiuterà il clinico ad analizzare efficacemente l’aspetto del paziente. Nella seconda parte si affronteranno argomenti correlati all’estetica dentale, quali simmetria, diversità, prospettiva e illusione.
Nella terza parte si insisterà sull’importanza dell’estetica gengivale, nonché sul suo rapporto, e sulla sua armonia, con l’estetica della dentatura. Infine, la quarta parte sarà dedicata a una pianificazione del trattamento interattiva, in cui gli odontoiatri saranno sollecitati ad una riflessione critica, sfidandosi ad individuare il piano di trattamento più favorevole.