AIOP

ANALISI DEI MODELLI MONTATI IN M.I.

Dall’analisi dei modelli si denota come gli incisivi e canini inferiori presentino una significativa usura dei margini incisali e degli apici cuspali. Si puo’ inoltre apprezzare nella foto linguale come, per effetto dell’ eruzione compensatoria, i margini incisali e gli apici cuspali usurati dei sopracitati elementi dentali arrivino a lambire il parodonto superiore.

Nella foto occlusale del modello superiore si evidenzia la marcata usura della superfici palatali degli elementi dentali 13-21-22-23 e delle superfici occlusali di 14 e 24. Si apprezzano inoltre, nella foto laterale, marcati contatti occlusali in M.I. fra il II° ed il V° sestante. Si e’ valutata, nell’ottica di una riabilitazione protesica, la possibilita’ di ricostruire il mascellare superiore e gli incisivi e canini inferiori mantenendo inalterata la D.V.. La necessita’ di aumentare la lunghezza di incisivi e canini superiori per dare la giusta importanza al II° sestante, non visibile durante l’ eloquio ed il sorriso naturale, avrebbe comportato un ulteriore aumento dell’over-bite.

Vi sarebbe la necessita’, inoltre, di eseguire numerose terapie endodontiche per creare lo spazio necessario sufficiente al materiale di ricostruzione. Pur valutando la soluzione ortodontica per intrudere gli incisivi e canini mandibolari si e’ reputato eccessivo il movimento intrusivo necessario al fine di creare uno spazio sufficiente per il materiale di ricostruzione della riabiltazione superiore ed inferiore. Si e’ voluto considerare la possibilita’ riabilitativa con aumento della D.V..